Coda di rospo, capasanta e pomodori

L’estate vuole cibo leggero, ma non per questo meno gustoso o soddisfacente di quello invernale. Una  coda di rospo infarinata e fritta in olio di arachide a 210°, di modo che non assorba l’unto e lasciata riposare per qualche minuto su un sacchetto del pane, capesante grigliate nature con il loro corallo anch’esso passato in padella e servito come gustosa decorazione. Sale maldon alle erbe, fatto in casa e pomodorini freschissimi. Les jeux sont faits…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...